My Blog

Wi-fi antisismico: istruzioni per l’uso

Telefonia 1 Commento »

Dopo il terremoto di questa mattina, in molti hanno consigliato a chi ne avesse la possibilità di aprire la propria rete wi-fi per facilitare le comunicazioni nelle zone colpite dal sisma. Ottimo suggerimento, se non fosse che alcuni giornali e gestori telefonici hanno subito postato su Facebook e Twitter consigliando di fare un reset del router per “aprire” la propria rete: NON FATELO!
Il reset può essere la soluzione adatta in alcuni tipi di apparati che escono dalla fabbrica già preimpostati (es. HAG Fastweb, Alice, ecc.), mentre per i router configurati dall’utente il reset comporta quasi sempre la necessità di reimpostare tutti i parametri di connessione; un’operazione semplicissima per chi ha un minimo di dimestichezza, ma che risulterebbe impossibile per chi non è in grado di farla ed è corso a resettare il router dopo averlo letto su Facebook.
Senza contare che la maggior parte dei router ha due tipi di reset: “soft reset” e “hard reset” (dipendono dal numero di secondi che tenete premuto il pulsantino sul retro), il secondo fa “tabula rasa” di tutte le impostazioni del vostro router.
In parole povere: se cancellate le impostazioni di connessione e non siete in grado di ripristinarle, anziché agevolare le comunicazioni sareste i primi ad esserne tagliati fuori.

Per aprire la vostra rete wi-fi potete provare una di queste soluzioni:
- se avete una Vodafone station, trovate la procedura qui: http://lab.vodafone.it/news/2012/05/29/terremoto-nord-italia-come-rendere-accessibile-wifi-di-vodafone-station-e-vodafone-station-2/
- se avete Fastweb con modem a noleggio, la gestione del wi-fi si fa direttamente dalla MyFastpage, collegandosi a www.fastweb.it e andando su Servizi Personali > Gestione Abbonamento > Configura wi-fi; se non avete Fastweb ma un altro gestore con router proprietario a noleggio, verificate se esiste qualche procedura per impostare la password wi-fi direttamente dal proprio account;
- se avete un router vostro, dovete entrare nel pannello di configurazione, aprendo il browser e digitando l’indirizzo di amministrazione del router (solitamente 192.168.1.1, 192.168.0.1 o 192.168.100.1, potete trovarlo sul manuale oppure leggendo la voce “Gateway” riportata nei dettagli della connessione in “Risorse di rete > Connessioni di rete” o su “Visualizza stato” nel “Centro connessioni di rete e condivisioni”); inserite utente e password (li trovate sul router stesso, sul manuale o sul cd di configurazione) e quindi cercate la sezione di gestione del Wi-Fi rimuovendo le protezioni. Occhio a rimuovere, oltre alla password, eventuali filtri che avete messo sul MAC Address (in caso contrario, gli altri vedranno la vostra rete libera ma non riusciranno comunque a collegarsi e navigare).
- se avete un Apple Airport express, dovete lanciare il programma Airport Utility, che si trova nella cartella Utility del disco fisso. Si seleziona l’icona dell’Airport, si sceglie la scheda Wireless e alla voce “sicurezza wireless” si seleziona “nessuna”.

In sostanza, la cosa migliore da fare è seguire le istruzioni del vostro router, lasciando perdere reset e altre follie consigliate dai giornali.



Stronzate burocratiche

Pensieri, Telefonia Nessun commento »

Stronzate burocratiche

“Stronzate burocratiche!”
Era questa la frase con cui un mio zio liquidava ogni tassa, balzello, bolletta o bollettino che gli arrivava per posta. Dopo una breve ricerca degli occhiali abilmente dimenticati da qualche parte, arricciava gli occhi e avvicinava la busta davanti al naso, tentando di indovinarne il contenuto al tatto; una volta aperta e lette le prime righe, nel giro di pochi secondi veniva fatta a pezzi al grido di “Stronzate burocratiche!”, tra le risate dei parenti che già conoscevano il finale della scena.
Pur avendo avuto un così valido maestro, e avendo acquisito un’esperienza pluriennale nel settore “stronzate burocratiche” grazie a tasse, 730, burocrazia universitaria ed iscrizione obbligatoria all’inutilissima Almalaurea, devo ammettere che c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare.
Leggi tutto »



Calcolare la distanza dalla centrale Telecom

Telefonia 45 Commenti »

Uno dei problemi più frequenti riscontrati in seguito all’attivazione di una adsl sulla propria linea è quello delle ripetute disconnessioni e/o del mancato aggancio completo della portante.

Principale causa di questo fenomeno è la distanza eccessiva dalla centrale telecom, che causa un’aumento dell’attenuazione (disturbo) e una diminuzione dell’SNR (rapporto margine-rumore) della propria linea.

Il calcolo esatto della distanza dalla centrale può essere effettuato solo dai tecnici telecom, ma è tuttavia disponibile un metodo per conoscere, almeno in maniera approssimativa, tale distanza. Leggi tutto »



Convertire l’impianto da PSTN a VOIP

Telefonia 56 Commenti »

Utilizzo di questa guida
Tale guida è rivolta esclusivamente a chi ha un minimo di conoscenze degli impianti elettrici e telefonici.
Si raccomanda, prima di procedere allo smontaggio di prese e scatole di derivazione, di staccare l’alimentazione dal quadro principale dell’appartamento, precauzione particolarmente importante se i cavi telefonici viaggiano negli stessi tubi di quelli elettrici.
Si consiglia a chi non ha dimestichezza con l’impiantistica elettrica e telefonica di evitare di procedere da solo ai collegamenti: è meglio rivolgersi al proprio elettricista di fiducia.
Infine, declino ogni responsabilità per eventuali danni derivanti da un utilizzo improprio di questa guida.

Caratteristiche della guida
La guida è a titolo indicativo. Vengono riportati alcuni casi basilari, ai quali è generalmente possibile ricondurre le varie situazioni impiantistiche.
Per quanto riguarda i colori dei fili, è importante ricordare che possono cambiare a seconda del tipo di cavi utilizzati per l’impianto o a seconda delle convenzioni utilizzate dall’elettricista.
Per chiarimenti, dubbi, inesattezze, potete contattarmi tramite PVT o e-mail.
Leggi tutto »

 WP Theme & Icons by N.Design Studio

RSS Post RSS Commenti Accedi